The Latest

da Nicola Davies, La cacca. Storia naturale dell’innominabile, Editoriale Scienza, 2013

Morbida o soda, striminzita o bella grossa, tutta questa cacca svolge un compito importante.

 

Giudizio Sintetico Diciamoci la verità, sfogliare questo libro fa quasi un po’ schifo, viene un po’ voglia di lavarsi le mani. Non me ne abbiate a male, lo so, di certe cose non si parla, ma questo studio è davvero un gioiellino, per completezza, chiarezza dei testi e delle illustrazioni. È un libro da non farsi sfuggire. E che può essere d’aiuto, ad esempio quando hai davanti un bambino che di cacca nel water non ne vuole sapere, o quando hai davanti un bambino (magari lo stesso) che ride come uno scemo tutte le volte che sente la parola magica, cacca. E comunque anche voi ne saprete di più su un tema fondamentale e cambierà il vostro sguardo sul mondo.

 

Genere illustrato

Illustrazioni Neal Layton

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 64, prezzo 10,00€

tipologia cartonato, formato 15,5 x 24,5 cm

Valutazione buono
Set 16, 2014 / 2 note

da Nicola Davies, La cacca. Storia naturale dell’innominabile, Editoriale Scienza, 2013

Morbida o soda, striminzita o bella grossa, tutta questa cacca svolge un compito importante.

 

Giudizio Sintetico
Diciamoci la verità, sfogliare questo libro fa quasi un po’ schifo, viene un po’ voglia di lavarsi le mani. Non me ne abbiate a male, lo so, di certe cose non si parla, ma questo studio è davvero un gioiellino, per completezza, chiarezza dei testi e delle illustrazioni. È un libro da non farsi sfuggire. E che può essere d’aiuto, ad esempio quando hai davanti un bambino che di cacca nel water non ne vuole sapere, o quando hai davanti un bambino (magari lo stesso) che ride come uno scemo tutte le volte che sente la parola magica, cacca. E comunque anche voi ne saprete di più su un tema fondamentale e cambierà il vostro sguardo sul mondo.

 

Genere illustrato

Illustrazioni Neal Layton

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 64, prezzo 10,00€

tipologia cartonato, formato 15,5 x 24,5 cm

Valutazione buono

da Maurice Sendak, Nel paese dei mostri selvaggi, Babalibri, 2013

E Max, il re di tutti i mostri selvaggi, si sentì solo e desiderò di essere in un posto dove c’era qualcuno che lo amava più di ogni altra cosa al mondo.

 

Giudizio Sintetico Un grande classico che ha già compiuto i cinquant’anni, ma come tutti i classici non passa mai di moda. Che paura! Paura vera, reale! Come aveva detto l’autore negli anni Ottanta al New York Times durante un’intervista: I bambini sono tosti, anche se noi li pensiamo fragili. Devono essere tosti. L’infanzia non è facile. Abbiamo un’idea sentimentale dell’infanzia, ma loro sanno cosa reale e cosa non lo è. Proprio quando la festa arriva al culmine, proprio quando le illustrazioni arrivano a riempire tutta la pagina, Max sente un contraccolpo, sente “tutt’intorno un profumo di cose buone da mangiare che arriva da molto lontano; così rinunciò ad essere re del paese dei mostri selvaggi”. Il paese dei mostri selvaggi è nella testa di Max, nella sua fantasia, lui vorrebbe esserne il capo, il padrone, e non si rende conto che la sua stessa fantasia tende a prendere il sopravvento su di lui, fino a divorarlo. È solo una presenza esterna positiva, un profumo di cose buone da mangiare, per quanto lontanamente percepita, che riesce a dargli la forza di dire “No!”, un no a quello stesso mondo che lui per primo aveva tanto desiderato e che aveva creato. E Max torna a casa, dove lo aspetta fedele la mamma: si capisce dal fatto che trova la sua cena e “che era ancora calda”.Per gli amanti da non perdere anche la versione animata, anche se in inglese, e la versione cinematografica, più da grandicelli.

 

Trama Il piccolo Max ne combina di tutti i colori e viene mandato da sua madre a letto senza cena, mentre è nella sua camera inizia a crescere intorno a lui una foresta piena di mostri selvaggi, di cui Max diventa il re. Dopo una festa sfrenata Max sente nostalgia di casa e decide di tornare a casa, i mostri cercano di trattenerlo, per mangiarselo, ma Max parte. A casa trova per lui nella sua camera la cena, ancora calda.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 48, prezzo 12,50€

tipologia cartonato, formato 25 x 23 cm

Valutazione ottimo
Set 15, 2014 / 1 nota

da Maurice Sendak, Nel paese dei mostri selvaggi, Babalibri, 2013

E Max, il re di tutti i mostri selvaggi, si sentì solo e desiderò di essere in un posto dove c’era qualcuno che lo amava più di ogni altra cosa al mondo.

 

Giudizio Sintetico
Un grande classico che ha già compiuto i cinquant’anni, ma come tutti i classici non passa mai di moda. Che paura! Paura vera, reale! Come aveva detto l’autore negli anni Ottanta al New York Times durante un’intervista: I bambini sono tosti, anche se noi li pensiamo fragili. Devono essere tosti. L’infanzia non è facile. Abbiamo un’idea sentimentale dell’infanzia, ma loro sanno cosa reale e cosa non lo è. Proprio quando la festa arriva al culmine, proprio quando le illustrazioni arrivano a riempire tutta la pagina, Max sente un contraccolpo, sente “tutt’intorno un profumo di cose buone da mangiare che arriva da molto lontano; così rinunciò ad essere re del paese dei mostri selvaggi”. Il paese dei mostri selvaggi è nella testa di Max, nella sua fantasia, lui vorrebbe esserne il capo, il padrone, e non si rende conto che la sua stessa fantasia tende a prendere il sopravvento su di lui, fino a divorarlo. È solo una presenza esterna positiva, un profumo di cose buone da mangiare, per quanto lontanamente percepita, che riesce a dargli la forza di dire “No!”, un no a quello stesso mondo che lui per primo aveva tanto desiderato e che aveva creato. E Max torna a casa, dove lo aspetta fedele la mamma: si capisce dal fatto che trova la sua cena e “che era ancora calda”.Per gli amanti da non perdere anche la versione animata, anche se in inglese, e la versione cinematografica, più da grandicelli.

 

Trama
Il piccolo Max ne combina di tutti i colori e viene mandato da sua madre a letto senza cena, mentre è nella sua camera inizia a crescere intorno a lui una foresta piena di mostri selvaggi, di cui Max diventa il re. Dopo una festa sfrenata Max sente nostalgia di casa e decide di tornare a casa, i mostri cercano di trattenerlo, per mangiarselo, ma Max parte. A casa trova per lui nella sua camera la cena, ancora calda.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 48, prezzo 12,50€

tipologia cartonato, formato 25 x 23 cm

Valutazione ottimo

da Leo Lionni, Piccolo blu e piccolo giallo, Babalibri, 2010

E si riabbracciarono così forte che divennero verdi.

 

Giudizio Sintetico È proprio il caso di dirlo, un ever green: dal 1959 un piccolo libro, semplice, carico di significato. Un libro sulla diversità, un libro sull’amicizia, un libro sulla libertà, un libro sulla scoperta. Piccolo blu e piccolo giallo sono così semplici, così essenziali, e fanno azioni così quotidiane che per i bambini, soprattutto per i più piccoli, è facilissimo identificarsi con loro e capire che se incontri una persona, e la abbracci, questo vi renderà per sempre diversi.

 

Trama Piccolo blu e piccolo giallo son molto amici tra di loro. Piccolo blu vive in una famiglia tutta blu, piccolo giallo in una famiglia tutta gialla. Un giorno i due si incontrano e per la gioia si abbracciano e diventano verdi. Tornati a casa non vengono riconosciuti dalle loro famiglie, per la disperazione piangono e piangono fino a diventare solo lacrime, blu e gialle. Si ricompongono e tornano a casa. Adesso possono spiegare a tutti che quando sono insieme ognuno di loro diventa verde!

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 48, prezzo 10,00€

tipologia cartonato, formato 20 x 20 cm

Valutazione ottimo
Set 12, 2014 / 2 note

da Leo Lionni, Piccolo blu e piccolo giallo, Babalibri, 2010

E si riabbracciarono così forte che divennero verdi.

 

Giudizio Sintetico
È proprio il caso di dirlo, un ever green: dal 1959 un piccolo libro, semplice, carico di significato. Un libro sulla diversità, un libro sull’amicizia, un libro sulla libertà, un libro sulla scoperta. Piccolo blu e piccolo giallo sono così semplici, così essenziali, e fanno azioni così quotidiane che per i bambini, soprattutto per i più piccoli, è facilissimo identificarsi con loro e capire che se incontri una persona, e la abbracci, questo vi renderà per sempre diversi.

 

Trama
Piccolo blu e piccolo giallo son molto amici tra di loro. Piccolo blu vive in una famiglia tutta blu, piccolo giallo in una famiglia tutta gialla. Un giorno i due si incontrano e per la gioia si abbracciano e diventano verdi. Tornati a casa non vengono riconosciuti dalle loro famiglie, per la disperazione piangono e piangono fino a diventare solo lacrime, blu e gialle. Si ricompongono e tornano a casa. Adesso possono spiegare a tutti che quando sono insieme ognuno di loro diventa verde!

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 48, prezzo 10,00€

tipologia cartonato, formato 20 x 20 cm

Valutazione ottimo

Guardate che mondo!

Finalmente tornati a Milano, ognuno al suo posto (lavoro, asilo, scuola), ognuno al suo compito. Quest’estate è stata molto intensa, piena di cose belle e inaspettate. Cose piccole, non cose grandi, ma cose belle. Cosa ci è successo? Abbiamo guardato tanto, abbiamo esplorato, ci siamo fatti incuriosire da tutte le cose che c’erano intorno a noi. E così abbiamo imparato anche un po’ di più a guardarci tra di noi e a guardare noi stessi.

Da dove siamo partiti? Da dove eravamo, dalla casa dei nonni. Ci siamo fatti guidare (non si impara che da chi è più avanti di noi). La nostra prima guida è stata Keri Smith, meravigliosa illustratrice, autrice, professoressa e blogger canadese, che ci ha insegnato Come diventare un esploratore del mondo, grazie al suo stupendo libro pubblicato in Italia da Corraini Edizioni. È un libro difficile, più per ragazzi che per bambini, ma è molto utile per i genitori perché detta un metodo: la meraviglia per ciò che ci circonda, la sua osservazione, il suo studio, l’annotazione dell’esperienza fatta. Ultima postilla: se amate l’arte contemporanea, la letteratura e il design questo libro sarà per voi una vera goduria.

È con questi occhi nuovi che abbiamo imparato ad apprezzare libri come Animali nel prato di Iela Mari per Babalibri, un libro senza parole… ma per raccontarlo ce ne vogliono migliaia! Un grande classico. Dalle illustrazioni, allo stesso tempo così sintetiche e così dettagliate, possono nascere infinite storie, lo abbiamo “riletto” almeno venti volte, molte di seguito, era sempre lo stesso libro, ma era sempre nuovo.

Proprio guardando e seguendo gli animali del prato abbiamo trovato di tutto, soprattutto bastoni, bastoncini e bastoncelli, di misure, forme, colori ed elasticità differenti. Dopo lo scherma qualcosa d’altro doveva nascere da questi continui ritrovamenti: sono arrivati giochi, sculture, capanne. La fantasia l’ha fatta da padrona, ma non possiamo non ricordare l’aiuto e gli spunti ricevuti da Basta un bastone, delle mamme di Going Wild per Editoriale Scienza, tante tante idee che tante più ne fanno nascere.

Una bellissima scoperta (vecchia come quella dell’acqua calda, ma per un bambino sempre nuova) sono stati i colori vegetali: provate a schiacciare il mallo di una noce, e poi a schiacciarne molti altri perché siete golosi, e vedrete come diventano le vostre mani! Da qui è partito questo nuovo filone di scoperte. Sono andata a cercare e ho trovato questo imperdibile: Facciamo i colori di Helena Arendt per Terre di Mezzo. Davvero bellissimo, e non c’è bisogno di essere in grandi spazi aperti ad agosto, noi continuiamo a consultarlo e usarlo anche a casa: ieri barbabietole! Aanche per cena ovviamente e anche questo può essere di aiuto.

Di grande compagnia è stato anche Inventario illustrato degli alberi edito da L’Ippocampo, di   Virginie Aladjidi, Emmanuelle Tchoukriel. Certo, non abbiamo visto con i nostri occhi l’albero del pane o il baobab, ma abbiamo imparato un metodo di studio. Cosa si guarda di un albero? Quant’è alto, dove e come sono i frutti, le foglie, il tronco, le radici… e così abbiamo potuto studiare mandorli, fichi, noci, castagni, pini, abeti e così via. Attenzione, questo libro è parte di una collana, può creare gravi dipendenze, e noi ne sappiamo qualcosa.

Un estate molto interessante, in cui abbiamo (re)imparato che usare i nostri occhi prima delle nostre mani o peggio ancora del nostro cervello, è un’avventura meravigliosa. Ecco cosa ci auguriamo, e vi auguriamo per questo nuovo anno e per sempre, di non perdere la freschezza dello sguardo, mai.

Keri Smith, Come diventare un esploratore del mondo, Corraini Edizioni, 2014 Genere manuale Illustrazioni dell’autrice Età di lettura ad alta voce 6-9 Età di lettura indipendente 9-99 pp. 204, prezzo 16,00€  tipologia brossura, formato 17 x 22 cm Valutazione ottimo

Iela Mari, Animali nel prato, Babalibri, 2011 Genere illustrato Illustrazioni dell’autrice Età di lettura ad alta voce 0-3 Età di lettura indipendente 6-99 pp. 14, prezzo 10,50€  tipologia cartonato, formato 21 x 21 cm Valutazione buono

Fiona Danks, Jo Schofield,  Basta un bastone, Editoriale Scienza, 2012 Genere manuale Età di lettura ad alta voce 3-6 Età di lettura indipendente 6-99 pp. 128, prezzo 12,90€  tipologia brossura, formato 14 x 20 cm Valutazione buono

Helena Arendt, Facciamo i colori!, Terre di mezzo editore, 2013 Genere manuale Età di lettura ad alta voce 3-6 Età di lettura indipendente 6-99 pp. 157, prezzo 16,90€  tipologia brossura, formato 23,5 x 26 cm Valutazione buono

Virginie Aladjidi, Emmanuelle Tchoukriel, Inventario illustrato degli alberi, L’Ippocampo, 2012 Genere illustrato Illustrazioni degli autori Età di lettura ad alta voce 3-6 Età di lettura indipendente 6-99 pp. 80, prezzo 12,00€  tipologia cartonato, formato 22 x 31 cm Valutazione ottimo
Set 11, 2014 / 4 note

Guardate che mondo!

Finalmente tornati a Milano, ognuno al suo posto (lavoro, asilo, scuola), ognuno al suo compito. Quest’estate è stata molto intensa, piena di cose belle e inaspettate. Cose piccole, non cose grandi, ma cose belle. Cosa ci è successo? Abbiamo guardato tanto, abbiamo esplorato, ci siamo fatti incuriosire da tutte le cose che c’erano intorno a noi. E così abbiamo imparato anche un po’ di più a guardarci tra di noi e a guardare noi stessi.

Da dove siamo partiti? Da dove eravamo, dalla casa dei nonni. Ci siamo fatti guidare (non si impara che da chi è più avanti di noi). La nostra prima guida è stata Keri Smith, meravigliosa illustratrice, autrice, professoressa e blogger canadese, che ci ha insegnato Come diventare un esploratore del mondo, grazie al suo stupendo libro pubblicato in Italia da Corraini Edizioni. È un libro difficile, più per ragazzi che per bambini, ma è molto utile per i genitori perché detta un metodo: la meraviglia per ciò che ci circonda, la sua osservazione, il suo studio, l’annotazione dell’esperienza fatta. Ultima postilla: se amate l’arte contemporanea, la letteratura e il design questo libro sarà per voi una vera goduria.

È con questi occhi nuovi che abbiamo imparato ad apprezzare libri come Animali nel prato di Iela Mari per Babalibri, un libro senza parole… ma per raccontarlo ce ne vogliono migliaia! Un grande classico. Dalle illustrazioni, allo stesso tempo così sintetiche e così dettagliate, possono nascere infinite storie, lo abbiamo “riletto” almeno venti volte, molte di seguito, era sempre lo stesso libro, ma era sempre nuovo.

Proprio guardando e seguendo gli animali del prato abbiamo trovato di tutto, soprattutto bastoni, bastoncini e bastoncelli, di misure, forme, colori ed elasticità differenti. Dopo lo scherma qualcosa d’altro doveva nascere da questi continui ritrovamenti: sono arrivati giochi, sculture, capanne. La fantasia l’ha fatta da padrona, ma non possiamo non ricordare l’aiuto e gli spunti ricevuti da Basta un bastone, delle mamme di Going Wild per Editoriale Scienza, tante tante idee che tante più ne fanno nascere.

Una bellissima scoperta (vecchia come quella dell’acqua calda, ma per un bambino sempre nuova) sono stati i colori vegetali: provate a schiacciare il mallo di una noce, e poi a schiacciarne molti altri perché siete golosi, e vedrete come diventano le vostre mani! Da qui è partito questo nuovo filone di scoperte. Sono andata a cercare e ho trovato questo imperdibile: Facciamo i colori di Helena Arendt per Terre di Mezzo. Davvero bellissimo, e non c’è bisogno di essere in grandi spazi aperti ad agosto, noi continuiamo a consultarlo e usarlo anche a casa: ieri barbabietole! Aanche per cena ovviamente e anche questo può essere di aiuto.

Di grande compagnia è stato anche Inventario illustrato degli alberi edito da L’Ippocampo, di Virginie Aladjidi, Emmanuelle Tchoukriel. Certo, non abbiamo visto con i nostri occhi l’albero del pane o il baobab, ma abbiamo imparato un metodo di studio. Cosa si guarda di un albero? Quant’è alto, dove e come sono i frutti, le foglie, il tronco, le radici… e così abbiamo potuto studiare mandorli, fichi, noci, castagni, pini, abeti e così via. Attenzione, questo libro è parte di una collana, può creare gravi dipendenze, e noi ne sappiamo qualcosa.

Un estate molto interessante, in cui abbiamo (re)imparato che usare i nostri occhi prima delle nostre mani o peggio ancora del nostro cervello, è un’avventura meravigliosa. Ecco cosa ci auguriamo, e vi auguriamo per questo nuovo anno e per sempre, di non perdere la freschezza dello sguardo, mai.

Keri Smith, Come diventare un esploratore del mondo, Corraini Edizioni, 2014
Genere
manuale
Illustrazioni
dell’autrice
Età di lettura ad alta voce
6-9
Età di lettura indipendente
9-99
pp.
204, prezzo 16,00€
tipologia
brossura, formato 17 x 22 cm
Valutazione
ottimo

Iela Mari, Animali nel prato, Babalibri, 2011
Genere
illustrato
Illustrazioni
dell’autrice
Età di lettura ad alta voce
0-3
Età di lettura indipendente
6-99
pp.
14, prezzo 10,50€
tipologia
cartonato, formato 21 x 21 cm
Valutazione
buono


Fiona Danks, Jo Schofield, Basta un bastone, Editoriale Scienza, 2012
Genere
manuale
Età di lettura ad alta voce
3-6
Età di lettura indipendente
6-99
pp.
128, prezzo 12,90€
tipologia
brossura, formato 14 x 20 cm
Valutazione
buono


Helena Arendt, Facciamo i colori!, Terre di mezzo editore, 2013
Genere
manuale
Età di lettura ad alta voce
3-6
Età di lettura indipendente
6-99
pp.
157, prezzo 16,90€
tipologia
brossura, formato 23,5 x 26 cm
Valutazione
buono

Virginie Aladjidi, Emmanuelle Tchoukriel, Inventario illustrato degli alberi, L’Ippocampo, 2012
Genere
illustrato
Illustrazioni
degli autori
Età di lettura ad alta voce
3-6
Età di lettura indipendente
6-99
pp.
80, prezzo 12,00€
tipologia
cartonato, formato 22 x 31 cm
Valutazione
ottimo

da Michel Gay, Zeb e la scorta di baci, Babalibri, 2008

«Non ti preoccupare», gli dice papà, «con la mamma ti stiamo preparando una scorta di baci da portare con te.»

 

Giudizio Sintetico Il piccolo Zeb ha molta paura di staccarsi dai suoi genitori, e questo è ben comprensibile, ma mamma e papà sono davvero delle bellissime persone – anzi delle bellissime zebre – e riescono a trovare la chiave di volta: Zeb avrà con sé un ricordo che lo renderà talmente certo del bene e della stima dei suoi genitori da dargli la forza di affrontare un nuovo mondo e di avere dei nuovi amici: una scorta di bacicaramella, tutti per lui. Ciò che Zeb scoprirà è che condividere non è solo dividere, ma è la strada per creare nuovi legami, davvero preziosi. I baci-caramella? da provare! 

 

Trama Zeb è pronto per partire per il campo estivo, ha solo attimo di esitazione quando capisce che dovrà addormentarsi da solo. Mamma e papà preparano per lui una scorta di baci. Zeb non vuole sembrare un bambino piccolo e nasconde il prezioso dono, finché non sente un bambino piccolo che piange disperato. Zeb gli da uno dei suoi baci, altri lo vedono e ne chiedono anche loro. Alla fine tutte le zebre hanno preso un bacio e Zeb ha finito la scorta, ma grazie a questo gesto coraggioso sono diventati tutti suoi amici e Zeb non ha più bisogno dei baci di mamma e papà.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 5,80€

tipologia brossura, formato 15 x 19 cm

Valutazione buono
Lug 23, 2014 / 4 note

da Michel Gay, Zeb e la scorta di baci, Babalibri, 2008

«Non ti preoccupare», gli dice papà, «con la mamma ti stiamo preparando una scorta di baci da portare con te.»

 

Giudizio Sintetico
Il piccolo Zeb ha molta paura di staccarsi dai suoi genitori, e questo è ben comprensibile, ma mamma e papà sono davvero delle bellissime persone – anzi delle bellissime zebre – e riescono a trovare la chiave di volta: Zeb avrà con sé un ricordo che lo renderà talmente certo del bene e della stima dei suoi genitori da dargli la forza di affrontare un nuovo mondo e di avere dei nuovi amici: una scorta di bacicaramella, tutti per lui. Ciò che Zeb scoprirà è che condividere non è solo dividere, ma è la strada per creare nuovi legami, davvero preziosi. I baci-caramella? da provare!

 

Trama
Zeb è pronto per partire per il campo estivo, ha solo attimo di esitazione quando capisce che dovrà addormentarsi da solo. Mamma e papà preparano per lui una scorta di baci. Zeb non vuole sembrare un bambino piccolo e nasconde il prezioso dono, finché non sente un bambino piccolo che piange disperato. Zeb gli da uno dei suoi baci, altri lo vedono e ne chiedono anche loro. Alla fine tutte le zebre hanno preso un bacio e Zeb ha finito la scorta, ma grazie a questo gesto coraggioso sono diventati tutti suoi amici e Zeb non ha più bisogno dei baci di mamma e papà.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 5,80€

tipologia brossura, formato 15 x 19 cm

Valutazione buono

da Mireille d’Allancé, Ci pensa il tuo papà, Babalibri, 2006

Ma allora, non c’è niente che possa separarci? Assolutamente niente!

 

Giudizio Sintetico Che tenerezza e che potenza. Poche parole, molti fatti. I disegni riempiono la pagina e descrivono sinteticamente un grande papà, un grande orso. Solido. Davvero un punto fermo per il suo orsacchiotto. Il piccolo ha però bisogno di essere rassicurato e inizia così una di quelle escalation dell’assurdo tipiche dei bambini piccoli: e se, e se, e se… Ma la forza, la presenza e l’affetto del papà vincono tutti i se. A volte ci sono cose che già sappiamo nel nostro cuore, ma abbiamo bisogno di sentircele ridire di nuovo, e di nuovo, e di nuovo…

 

Trama Un orsetto e sulle spalle del suo papà, al sicuro. Vuole però sapere fin dove questa sicurezza può arrivare e inizia quindi a chiedere al papà cosa farebbe se lui cadesse nell’acqua, e se nell’acqua ci fossero dei coccodrilli e così via, fino al mostro terribile.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 5,80€

tipologia brossura, formato 15 x 19 cm

Valutazione buono
Lug 22, 2014 / 1 nota

da Mireille d’Allancé, Ci pensa il tuo papà, Babalibri, 2006

Ma allora, non c’è niente che possa separarci? Assolutamente niente!

 

Giudizio Sintetico
Che tenerezza e che potenza. Poche parole, molti fatti. I disegni riempiono la pagina e descrivono sinteticamente un grande papà, un grande orso. Solido. Davvero un punto fermo per il suo orsacchiotto. Il piccolo ha però bisogno di essere rassicurato e inizia così una di quelle escalation dell’assurdo tipiche dei bambini piccoli: e se, e se, e se… Ma la forza, la presenza e l’affetto del papà vincono tutti i se. A volte ci sono cose che già sappiamo nel nostro cuore, ma abbiamo bisogno di sentircele ridire di nuovo, e di nuovo, e di nuovo…

 

Trama
Un orsetto e sulle spalle del suo papà, al sicuro. Vuole però sapere fin dove questa sicurezza può arrivare e inizia quindi a chiedere al papà cosa farebbe se lui cadesse nell’acqua, e se nell’acqua ci fossero dei coccodrilli e così via, fino al mostro terribile.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 5,80€

tipologia brossura, formato 15 x 19 cm

Valutazione buono

da Kazuo Iwamura, Il bucato della famiglia topini, Babalibri, 2014

Al lavoro! Ciaff, ciaff fa l’acqua: si lava, si frega, si sciacqua!

 

Giudizio Sintetico Un libro meraviglioso, capace di mettere in pace il cuore. Innanzitutto perché mette il cuore e la mente di chi legge in un luogo pieno di pace, dei luoghi infiniti, meravigliosi, azzurri; e poi perché ci fa conoscere una famiglia piena di pace, serena, numerosa, unita, dove ognuno ha chiaro il suo posto e il suo compito. Non vorreste essere con loro? Io lo vorrei tanto! Davvero una bella giornata, utile, fresca, in compagnia. Se poi volete stare in tema di stagione allora “La famiglia Topini va al  mare”, davvero una famiglia piena di avventure cui affezionarsi.

L’edizione Bababum è forse in parte penalizzante per la fruizione delle immagini, anche se il gioco di cercare i dettagli nel piccolo diventa ancora più sfidante, forse non è il formato cui i bimbi sono abituati, ma è un formato che permette di andare in vacanza con la scorta! Comodissima e con una selezione di titoli di qualità. 

 

Trama La mamma Topini sveglia i suoi piccoli e li porta con sé al ruscello a fare il bucato, dove vengono poi raggiunti dal papà e il nonno. Quindi tutti a fare il bagno. Si appendono i vestiti ad asciugare ed è arrivata la sera.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 5,80€

tipologia brossura, formato 15 x 19 cm

Valutazione ottimo
Lug 19, 2014 / 1 nota

da Kazuo Iwamura, Il bucato della famiglia topini, Babalibri, 2014

Al lavoro! Ciaff, ciaff fa l’acqua: si lava, si frega, si sciacqua!

 

Giudizio Sintetico
Un libro meraviglioso, capace di mettere in pace il cuore. Innanzitutto perché mette il cuore e la mente di chi legge in un luogo pieno di pace, dei luoghi infiniti, meravigliosi, azzurri; e poi perché ci fa conoscere una famiglia piena di pace, serena, numerosa, unita, dove ognuno ha chiaro il suo posto e il suo compito. Non vorreste essere con loro? Io lo vorrei tanto! Davvero una bella giornata, utile, fresca, in compagnia. Se poi volete stare in tema di stagione allora “La famiglia Topini va al  mare”, davvero una famiglia piena di avventure cui affezionarsi.

L’edizione Bababum è forse in parte penalizzante per la fruizione delle immagini, anche se il gioco di cercare i dettagli nel piccolo diventa ancora più sfidante, forse non è il formato cui i bimbi sono abituati, ma è un formato che permette di andare in vacanza con la scorta! Comodissima e con una selezione di titoli di qualità.

 

Trama
La mamma Topini sveglia i suoi piccoli e li porta con sé al ruscello a fare il bucato, dove vengono poi raggiunti dal papà e il nonno. Quindi tutti a fare il bagno. Si appendono i vestiti ad asciugare ed è arrivata la sera.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 5,80€

tipologia brossura, formato 15 x 19 cm

Valutazione ottimo

da Michael Rosen, A caccia dell’Orso, Mondadori, 2013

Non si può passare sopra. Non si può passare sotto.  Oh no! Ci dobbiam passare in mezzo!

 

Giudizio Sintetico Attenzione, quando chiuderete il libro ciò che sentirete dire non sarà “Lo rileggiamo?” ma “Lo rifacciamo?”, perché A caccia dell’Orso non è solo un libro, è un’esperienza. Tutta la famiglia con ingenua baldanza si lancia, a caccia dell’orso! Ma gli ostacoli sono numerosi, e sempre più difficili e spaventosi, ma soprattutto nessuno di loro si può ignorare: ci dobbiam passare dentro! Sarà la compagnia, sarà l’importante scopo della passeggiata… fatto sta che qui non ci si tira mai indietro! Ed è proprio quando si entra nelle cose, che il mondo diventa a colori. Davvero splendida l’alternanza del bianco e nero del primo impatto con la realtà, e del colore del tuffo nella realtà. Per il finale un’inaspettata corsa, molto divertente: bisogna stare attenti a quello che si cerca, si potrebbe trovarlo davvero!  Non potete attendere di comprarlo? Iniziate a godervi l’animazione in lingua originale. Premiato del Premio Andersen nel 2013 come Miglior libro mai premiato! Fantastico. Lo rifacciamo?

 

Trama Papà, mamma e tre figli si incammino alla caccia dell’orso, incontrano una serie di difficoltà: l’erba alta, un ruscello, la melma, il bosco nero, la neve e infine… l’orso. La fuga è immediata, tutti chiusi in casa!

 

Genere illustrato

Illustrazioni Helen Oxenbury

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 36, prezzo 14,00€

tipologia cartonato, formato 29 x 26 cm

Valutazione ottimo
Lug 18, 2014 / 1 nota

da Michael Rosen, A caccia dell’Orso, Mondadori, 2013

Non si può passare sopra.
Non si può passare sotto.
Oh no!
Ci dobbiam passare in mezzo!

 

Giudizio Sintetico
Attenzione, quando chiuderete il libro ciò che sentirete dire non sarà “Lo rileggiamo?” ma “Lo rifacciamo?”, perché A caccia dell’Orso non è solo un libro, è un’esperienza. Tutta la famiglia con ingenua baldanza si lancia, a caccia dell’orso! Ma gli ostacoli sono numerosi, e sempre più difficili e spaventosi, ma soprattutto nessuno di loro si può ignorare: ci dobbiam passare dentro! Sarà la compagnia, sarà l’importante scopo della passeggiata… fatto sta che qui non ci si tira mai indietro! Ed è proprio quando si entra nelle cose, che il mondo diventa a colori. Davvero splendida l’alternanza del bianco e nero del primo impatto con la realtà, e del colore del tuffo nella realtà. Per il finale un’inaspettata corsa, molto divertente: bisogna stare attenti a quello che si cerca, si potrebbe trovarlo davvero!
Non potete attendere di comprarlo? Iniziate a godervi l’animazione in lingua originale. Premiato del Premio Andersen nel 2013 come Miglior libro mai premiato! Fantastico. Lo rifacciamo?

 

Trama
Papà, mamma e tre figli si incammino alla caccia dell’orso, incontrano una serie di difficoltà: l’erba alta, un ruscello, la melma, il bosco nero, la neve e infine… l’orso. La fuga è immediata, tutti chiusi in casa!

 

Genere illustrato

Illustrazioni Helen Oxenbury

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 36, prezzo 14,00€

tipologia cartonato, formato 29 x 26 cm

Valutazione ottimo

da Julie Fogliano, Se vuoi vedere una balena, Babalibri, 2014

Se vuoi vedere una balena devi scrutare attentamente il mare e aspettare… aspettare… aspettare…

Giudizio Sintetico Se vuoi vedere una balena devi essere al mare. Sembra banale? Non lo è. È semplice, non scontato. Ci sono tante cose che vorrai nella vita, figlio mio, e per raggiungerle ci saranno dei percorsi da fare. Come e dove andare non lo potrai decidere sempre tu. La strada, la via, il metodo per arrivare a qualcosa o a qualcuno, non sempre lo decidiamo noi, certo possiamo metterci del nostro; la strada, la via, il metodo per arrivare a qualcosa o a qualcuno ci viene dettato proprio da ciò che desideriamo. Vuoi vedere la balena? Siediti in riva al mare e aspetta. Un meraviglioso inno alla ragionevolezza e alla perseveranza. 

 

Trama Un simpatico bambino vuole vedere la balena. Consigli e indicazioni per arrivare alla sua meta. Primo: andare dove sono le balene.

 

Genere illustrato

Illustrazioni Erin E. Stead

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 40, prezzo 12,50€

tipologia cartonato, formato 17,5 x 23 cm

Valutazione ottimo
Lug 17, 2014 / 1 nota

da Julie Fogliano, Se vuoi vedere una balena, Babalibri, 2014

Se vuoi vedere una balena devi scrutare attentamente il mare e aspettare… aspettare… aspettare…

Giudizio Sintetico
Se vuoi vedere una balena devi essere al mare. Sembra banale? Non lo è. È semplice, non scontato. Ci sono tante cose che vorrai nella vita, figlio mio, e per raggiungerle ci saranno dei percorsi da fare. Come e dove andare non lo potrai decidere sempre tu. La strada, la via, il metodo per arrivare a qualcosa o a qualcuno, non sempre lo decidiamo noi, certo possiamo metterci del nostro; la strada, la via, il metodo per arrivare a qualcosa o a qualcuno ci viene dettato proprio da ciò che desideriamo. Vuoi vedere la balena? Siediti in riva al mare e aspetta. Un meraviglioso inno alla ragionevolezza e alla perseveranza.

 

Trama
Un simpatico bambino vuole vedere la balena. Consigli e indicazioni per arrivare alla sua meta. Primo: andare dove sono le balene.

 

Genere illustrato

Illustrazioni Erin E. Stead

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 40, prezzo 12,50€

tipologia cartonato, formato 17,5 x 23 cm

Valutazione ottimo

da Ashild Kanstad Johnsen, Kubbe fa un museo, ElectaKids, 2013

Poi mette in fila i tappeti, i tavoli e le sedie nell’ingresso del soggiorno. Dispone le sue cose ordinatamente e con gusto sui tappeti, sui tavoli e sulle sedie.

 

Giudizio Sintetico Per tutti i collezionisti seriali, gli accumulatori, gli amanti dell’ordine, dei musei e della natura: un must have! Belle le illustrazioni, bella la storia e bellissima la voglia di conoscere del giovane Kubbe, la sua curiosità, la sua dedizione e la sua fatica, ma mai da solo! Sotto la guida della sua nonna, perché a tutti noi Kubbe serve un maestro. 

 

Trama Kubbe è un tronchetto di legno che vive nel bosco, vicino a una grande città. Kubbe ogni settimana va a fare una passeggiata e raccoglie molte cose, interessanti e disparate. Quando la sua collezione diventa troppo vasta, Kubbe decide di chiedere aiuto alla nonna, che gli da un metodo infallibile, il metodo di conservazione dei musei e di studio degli scienziati. Kubbe inizia quindi una catalogazione specifica del suo patrimonio e apre la sua casa al pubblico come fosse un museo. Ma questa è un’attività molto impegnativa e Kubbe è solo un bambino! Decide quindi di chiudere il suo museo, ma prima di farlo ne fa un catalogo, a futura memoria. Dopo essersi liberato della sua collezione Kubbe può finalmente dormire sonni tranquilli e sognare una nuova collezione

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 3-6

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 36, prezzo 12,90€

tipologia cartonato, formato 20,5 x 28,5 cm

Valutazione ottimo
Lug 16, 2014

da Ashild Kanstad Johnsen, Kubbe fa un museo, ElectaKids, 2013

Poi mette in fila i tappeti, i tavoli e le sedie nell’ingresso del soggiorno. Dispone le sue cose ordinatamente e con gusto sui tappeti, sui tavoli e sulle sedie.

 

Giudizio Sintetico
Per tutti i collezionisti seriali, gli accumulatori, gli amanti dell’ordine, dei musei e della natura: un must have! Belle le illustrazioni, bella la storia e bellissima la voglia di conoscere del giovane Kubbe, la sua curiosità, la sua dedizione e la sua fatica, ma mai da solo! Sotto la guida della sua nonna, perché a tutti noi Kubbe serve un maestro.

 

Trama
Kubbe è un tronchetto di legno che vive nel bosco, vicino a una grande città. Kubbe ogni settimana va a fare una passeggiata e raccoglie molte cose, interessanti e disparate. Quando la sua collezione diventa troppo vasta, Kubbe decide di chiedere aiuto alla nonna, che gli da un metodo infallibile, il metodo di conservazione dei musei e di studio degli scienziati. Kubbe inizia quindi una catalogazione specifica del suo patrimonio e apre la sua casa al pubblico come fosse un museo. Ma questa è un’attività molto impegnativa e Kubbe è solo un bambino! Decide quindi di chiudere il suo museo, ma prima di farlo ne fa un catalogo, a futura memoria. Dopo essersi liberato della sua collezione Kubbe può finalmente dormire sonni tranquilli e sognare una nuova collezione

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 3-6

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 36, prezzo 12,90€

tipologia cartonato, formato 20,5 x 28,5 cm

Valutazione ottimo

da Yuichi Kasano, Blub blub blub, Babalibri, 2009

Flush! Aah, aah! È la signora Tartaruga! Brava, signora Tartaruga!

 

Giudizio Sintetico Un piccolo gioiello: un bel ritmo, un ottimo equilibrio e delle grandi risate! L’impostazione stravolta dal fatto che le pagine si sfogliano in verticale, cosa necessaria date le altezze raggiunte da quest’opera! L’unica accortezza da avere prima di aprirlo è assicurarsi di avere un bel po’ di tempo davanti a sé, vi verrà richiesto di leggerlo e leggerlo e rileggerlo più e più volte.

 

Trama Un piccolo bambino si sta rinfrescando in acqua sul suo salvagente quando vede delle bolle sbucare sulla superficie del mare. È papà! Le bolle però non finiscono, e spunta una tartaruga, quindi un tricheco, una balena e una piova. Ma quando un gabbiano la torre crolla, la rifacciamo?

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 11,50€

tipologia cartonato, formato 21 x 20 cm

Valutazione ottimo
Lug 15, 2014 / 1 nota

da Yuichi Kasano, Blub blub blub, Babalibri, 2009

Flush!
Aah, aah!
È la signora Tartaruga!
Brava, signora Tartaruga!

 

Giudizio Sintetico
Un piccolo gioiello: un bel ritmo, un ottimo equilibrio e delle grandi risate! L’impostazione stravolta dal fatto che le pagine si sfogliano in verticale, cosa necessaria date le altezze raggiunte da quest’opera! L’unica accortezza da avere prima di aprirlo è assicurarsi di avere un bel po’ di tempo davanti a sé, vi verrà richiesto di leggerlo e leggerlo e rileggerlo più e più volte.

 

Trama
Un piccolo bambino si sta rinfrescando in acqua sul suo salvagente quando vede delle bolle sbucare sulla superficie del mare. È papà! Le bolle però non finiscono, e spunta una tartaruga, quindi un tricheco, una balena e una piova. Ma quando un gabbiano la torre crolla, la rifacciamo?

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 11,50€

tipologia cartonato, formato 21 x 20 cm

Valutazione ottimo

da Giovanna Zoboli, Il grande libro dei pisolini, Topipittori, 2013

Ninna nanna dei cuscini sette zanzare a schiacciar pisolini. Otto bassotti in letti gemelli due dromedari nei letti a castelli.

 

Giudizio Sintetico Che dolce compagnia per il momento della nanna! Che divertente rassegna da leggere insieme! Le illustrazioni sono bellissime e non smetteresti mai di guardare e scoprire; le rime mai scontate e non smetteresti mai di leggere e rileggere. Davvero bello! L’ideale per chi conosce e apprezza tutte le qualità del sonno e del riposo e per chi invece deve ancora scoprirle. Mamma che voglia di qualcuno che ti rimbocchi le coperte!

 

Genere illustrato

Illustrazioni Simona Mulazzani

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 20,00€

tipologia cartonato, formato 28 x 22,5 cm

Valutazione ottimo
Lug 14, 2014 / 1 nota

da Giovanna Zoboli, Il grande libro dei pisolini, Topipittori, 2013

Ninna nanna dei cuscini
sette zanzare a schiacciar pisolini.
Otto bassotti in letti gemelli
due dromedari nei letti a castelli.

 

Giudizio Sintetico
Che dolce compagnia per il momento della nanna! Che divertente rassegna da leggere insieme! Le illustrazioni sono bellissime e non smetteresti mai di guardare e scoprire; le rime mai scontate e non smetteresti mai di leggere e rileggere. Davvero bello! L’ideale per chi conosce e apprezza tutte le qualità del sonno e del riposo e per chi invece deve ancora scoprirle. Mamma che voglia di qualcuno che ti rimbocchi le coperte!

 

Genere illustrato

Illustrazioni Simona Mulazzani

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

pp. 32, prezzo 20,00€

tipologia cartonato, formato 28 x 22,5 cm

Valutazione ottimo

da Alastair Reid, Continuo a cambiare / I Keep Changing, Edizioni Corraini, 2008
Le formiche mi fanno sembrare un gigante… Ants make me look like a giant…

 

Giudizio Sintetico Ennesima meravigliosa maratona di questo duo storico! Ma io come sono? Ma io chi sono? Per rispondere a  domande tanto difficili questo intelligente bambino non si sofferma sui suoi semplici pensieri ma guarda a tutto il mondo fuori (dalle formiche agli areoplani) per mettersi a confronto. Interessante anche il testo in doppia lingua, per gli estimatori così come per chi vuole imparare le prime parole in una nuova lingua.



Genere illustrato

Illustrazioni Bob Gill

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

tipologia cartonato, formato 21 x 21 cm

pp. 36, prezzo 15,00€

Valutazione buono
Lug 10, 2014 / 2 note

da Alastair Reid, Continuo a cambiare / I Keep Changing, Edizioni Corraini, 2008


Le formiche mi fanno sembrare un gigante…
Ants make me look like a giant…

 

Giudizio Sintetico
Ennesima meravigliosa maratona di questo duo storico! Ma io come sono? Ma io chi sono? Per rispondere a  domande tanto difficili questo intelligente bambino non si sofferma sui suoi semplici pensieri ma guarda a tutto il mondo fuori (dalle formiche agli areoplani) per mettersi a confronto. Interessante anche il testo in doppia lingua, per gli estimatori così come per chi vuole imparare le prime parole in una nuova lingua.

Genere illustrato

Illustrazioni Bob Gill

Età di lettura ad alta voce 0-3

Età di lettura indipendente 6-99

tipologia cartonato, formato 21 x 21 cm

pp. 36, prezzo 15,00€

Valutazione buono

da Chris Judge, Il mostro che si sentiva solo, Isbn Edizioni, 2012

Ma non aveva ancora trovato un altro mostro come lui, e cominciava ad avere nostalgia del suo giardino.

 

Giudizio Sintetico Sicuri sicuri di sapere come è fatto un mostro? Cosa pensa? Dove stai il suo cuore? Neanche i mostri sono così mostruosi da poter stare da soli e per trovare degli amici e una compagnia sono pronti a tutto. La cosa bella davvero è che, come nella vita, tutto quello che ti stai tanto impegnando per ottenere già c’è. Bellissima storia, bellissime illustrazioni, bellissima grafica, non per nulla ha vinto il primo premio della Irish Children’s Book Award nel 2011. Attenzione, questo è il primo libro di una serie e può causare dipendenza!
E per appassionati e smanettoni da non perdere la versione digital!

 

Trama Un mostro vive nella sua bella montagna, ma si sente molto solo e vorrebbe trovare altri mostri come lui. Inizia così un lungo viaggio intorno al mondo. Arriva infine in una città (New York) dove tutti poco alla volta si affezionano a lui e dove diventa molto famoso. Questo però non basta e il mostro decide di tornare al suo giardino. Ripercorre la lunga stra e quando arriva trova proprio lì tutti gli altri mostri, ad aspettarlo.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 3-6

Età di lettura indipendente 6-99

tipologia brossura, formato 20 x 28 cm

pp. 32, prezzo 12,50€
Lug 8, 2014

da Chris Judge, Il mostro che si sentiva solo, Isbn Edizioni, 2012

Ma non aveva ancora trovato un altro mostro come lui, e cominciava ad avere nostalgia del suo giardino.

 

Giudizio Sintetico
Sicuri sicuri di sapere come è fatto un mostro? Cosa pensa? Dove stai il suo cuore? Neanche i mostri sono così mostruosi da poter stare da soli e per trovare degli amici e una compagnia sono pronti a tutto. La cosa bella davvero è che, come nella vita, tutto quello che ti stai tanto impegnando per ottenere già c’è. Bellissima storia, bellissime illustrazioni, bellissima grafica, non per nulla ha vinto il primo premio della Irish Children’s Book Award nel 2011. Attenzione, questo è il primo libro di una serie e può causare dipendenza!

E per appassionati e smanettoni da non perdere la versione digital!

 

Trama
Un mostro vive nella sua bella montagna, ma si sente molto solo e vorrebbe trovare altri mostri come lui. Inizia così un lungo viaggio intorno al mondo. Arriva infine in una città (New York) dove tutti poco alla volta si affezionano a lui e dove diventa molto famoso. Questo però non basta e il mostro decide di tornare al suo giardino. Ripercorre la lunga stra e quando arriva trova proprio lì tutti gli altri mostri, ad aspettarlo.

 

Genere illustrato

Illustrazioni dell’autore

Età di lettura ad alta voce 3-6

Età di lettura indipendente 6-99

tipologia brossura, formato 20 x 28 cm

pp. 32, prezzo 12,50€